Detrazioni fiscali 50% e 65%: le novità del 2018

Con la recente legge di bilancio sono state prorogate fino al 31 dicembre 2018 le detrazioni fiscali 50% e 65% con alcune importanti novità che hanno riguardato soprattutto il cosiddetto "ecobonus". In attesa di poterVi mettere a disposizione, nei prossimi giorni, un approfondimento più esaustivo, Vi riportiamo di seguito alcuni degli aspetti più significativi.

Detrazione 50% - lavori di ristrutturazione

Confermate le modalità applicative precedentemente in vigore, con efficacia fino al 31 dicembre 2018.

Bonus mobili

Anche in questo caso restano confermate fino al 31.12.18 le precedenti disposizioni, tenendo presente che i lavori presi in considerazione devono risultare iniziati a decorrere dal 1 gennaio 2017.

Detrazione 50% - 65% - Ecobonus

Viene ridotto dal 65% al 50% il bonus relativo a:

  • spese per acquisto e posa di finestre comprensive di infissi
  • spese per acquisto e installazione di impianti di climatizzazione invernale con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili
  • spese per sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno pari alla classe A e contestuale messa a punto del sistema di distribuzione
  • acquisto e posa in opera delle schermature solari di cui all'allegato M al decreto legislativo 29.12.2006 n. 311

La legge di bilancio ha inoltre introdotto nuove importanti ipotesi applicative relative all'ecobonus:

  • detrazione 65% per sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione con efficienza almeno di classe A e contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti
  • detrazione 65% per sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, concepiti per funzionare in abbinamento
  • detrazione 65% per acquisto e posa in opera di generatori d'aria calda a condensazione.

Le caldaie con prestazioni inferiori alla classe A non possono beneficiare dell'ecobonus.